Disegno

 

"Il grande orizzonte" - prof. ing. Alfredo Galassini (clicca qui per vedere l'immagine nel dettaglio)

 

Le escursioni sino alla vetta del Cimone (+2165 metri sul livello del mare) sono state frequenti nel corso dei secoli e si sono intensificate dal ‘600; hanno interessato Duchi, scienziati, letterati, militari oltre che naturalmente semplici alpinisti ed i pastori che abitavano le pendici della grande montagna.

Dal borgo “La Serra” (+1350 metri sul livello del mare) vi sono diversi sentieri per raggiungere a piedi la vetta con tempi di salita tra le 2-3 ore, attraversando paesaggi molto diversificati e frequentati da animali selvatici.
Anche la vetta del Cimone è molto frequentata: c’è la base dell’Aeronautica militare per il controllo del traffico aereo e le previsioni del tempo (vedi video di approfondimento) e la Stazione del CNR “Ottavio Vittori” dell’Istituto di scienze dell'atmosfera e del clima, che fa parte di una rete mondiale di ricerca su questi temi fondamentali per la nostra vita (leggi articolo di approfondimento).
Qui sotto si riporta una rappresentazione, parzialmente di fantasia, di questi due centri di ricerca, che connettono un luogo apparentemente isolato con l’intorno vicino e lontano e con il mondo intero.

Osservatorio Cimone
Sempre sulla vetta e’ interessante da visitare la “Cappella della Madonna delle nevi” dove ogni anno vi si recano in processione migliaia di fedeli agli inizi di agosto.
L’arrivo dell’escursionista sulla vetta del Cimone, può riservare una grande ricompensa perché consente la vista di un panorama bellissimo che si può ammirare a 360 gradi, nelle giornate di cielo limpido.
La vista di questo panorama non ha davvero eguali ed il prof. Ing. Alfredo Galassini (Modena 1857 – Torino 1940) ordinario di tecnologia meccanica per molti anni presso il Politecnico di Torino ha prodotto due tavole del Grande Orizzonte e Piccolo orizzonte (1930) così come si possono ammirare dalla vetta del Cimone. Tutte le località sono scientificamente identificate e esattamente rintracciabili. Con il Grande Orizzonte e’ visibile tutta l’Italia del Nord e buona parte dell’Italia centrale; la tavola allegata ne evidenzia i punti salienti.

(prossime puntate: La vista del piccolo orizzonte dalla vetta del monte Cimone e La vista dell'orizzonte dal borgo La Serra)


4 febbraio 2020
B.P.