Nella precedente nota del 5 febbraio 2020 abbiamo commentato l’unicità e la bellezza del panorama dalla cima del Monte Cimone (vedi articolo "La vista del grande orizzonte dalla vetta del Monte Cimone"). In particolare in quella nota ci siamo soffermati sul GRANDE ORIZZONTE che consente di scorgere, nelle giornate più limpide, località mezza Italia; l’argomento ha interessato molte persone, anche non abituali frequentatori delle zone del Monte Cimone comprendenti i Comuni di Fanano, Sestola, Montecreto, Fiumalbo, Pievepelago e Riolunato.

Presentiamo ora volentieri la seconda tavola del prof. Ing. Alfredo Galassini, riguardante il PICCOLO ORIZZONTE e cioè l’orizzonte più vicino, di prima “battuta“, che si può ammirare più frequentemente dalla cima del Monte Cimone.

 

disegno

 

"Il piccolo orizzonte" - prof. ing. Alfredo Galassini (clicca qui per vedere l'immagine nel dettaglio)

 

Nella realtà sono 3-4 gli orizzonti che si sviluppano a cerchi concentrici attorno al monte Cimone (fasce evidenziate in giallo nella seconda tavola del prof. Galassini). L’orizzonte più vicino (fascia gialla+verde nella tavola allegata) è quella solcata dai torrenti Leo e Scoltenna, affluenti del fiume Panaro, che circondano il monte Cimone tranne che su una parte ridotta del lato Sud, nella fascia che va dal centro di Fellicarolo all’Abetone. Anche in questa seconda tavola tutte le località sono scientificamente ed esattamente rintracciabili. 


Ad est il crinale si sviluppa in parallelo con il percorso CAI 401 (località; Terminale, Torrazza, Belvedere, Nuda, ecc..); da questo lato, poco distante, si colloca anche l’importante lago di Pratignano; questo crinale segna il confine del parco del Parco regionale del Frignano e termina al Corno alle Scale (foto 1).

 

1

 

 Foto 1 - Il sentiero sul crinale tra il Monte Spigolino e il Corno alle Scale

 

A sud il crinale corre interamente sul percorso 00 del CAI ed rappresenta anche il confine naturale con la Toscana, del parco del Parco regionale del Frignano ed intercetta una serie di località: lago Scaffaiolo (foto 2), passo della Croce Arcana (foto 3), monte Spigolino, Libro Aperto (foto 4), Abetone, ecc...

 

4

 

Foto 2 - Il lago Scaffaiolo


3

 

Foto 3 - Il Passo della Croce Arcana

 

2

 

 Foto 4 - Il Libro Aperto

 

Ad ovest il crinale il piccolo orizzonte si scorge ben più in là di Fiumalbo. Pievepelago e Riolunato, perché coinvolge il Rondinaio, lago Santo (foto 5), Monte Giovo, Cima dell’Omo, Monte Spicchio, Cimetta, Monte Andrea, ecc…

5

 

Foto 5 - Il Lago Santo

 

 A nord il crinale diventa più sfrangiato, e scende progressivamente di quota, costeggiando la vallata del fiume Panaro (foto 6), e come tale rimane un panorama più aperto verso Bologna e Modena.

 

6

 

Foto 6 -  La valle del fiume Panaro

 

La foto della panoramica a 360 gradi dalla vetta del Cimone che qui presentiamo (link 360 cities: panorama Monte Cimone) restituisce immagini notevolmente fedeli del piccolo orizzonte ed in parte del grande orizzonte: si percepisce la profondità dello spazio con le località in prima linea, poi in seconda linea , in terza linea ed infine in quarta linea. Sono immagini di grande fascino, che tuttavia restituiscono solo in parte l’emozione che si prova ammirando di persona il panorama dalla cima del Cimone.

 

Continua con il prossimo articolo: La vista dell'orizzonte dal Borgo La Serra

 

Fanano, 8 aprile 2020

Pietro Bassetto