Sulla media e alta montagna forse l’autunno è una stagione morta per il turismo di passaggio ma di certo non lo è per chi la frequenta assiduamente: a partire dai 1000 metri di altitudine quando iniziano i boschi di faggio sino ai 1800 metri dove si estendono i mirtilleti, si può ammirare un’ampia gamma di colori: dai gialli lucenti degli aceri, dei frassini e dei faggi, ai rossi dei ciliegi selvatici e dei mirtilleti e sullo sfondo i verdi scuri dei prati e delle abetine; è una sagra di colori che pervade tutto il bosco e l’aria stessa è coinvolta dallo svolazzare delle foglie cadenti, i percorsi delle mulattiere e delle strade stesse si coprono di uno strato soffice di foglie morte.
E’ lo stupefacente spettacolo che in questi giorni si rinnova anche al Cimoncino e al borgo La Serra.
Tra settembre e inizio ottobre al Cimoncino vi è stata una abbondante raccolta di funghi porcini, galletti, steccherini, coprinus e finferle.

 

 

DSC 9363

Antico Borgo "La Serra" - Casa della Peonia rossa, vista verso valle

DSC 9228Antico Borgo "La Serra"

DSC 9328

Antico Borgo "La Serra" - Vista del Cimone

DSC 9342

Antico Borgo "La Serra" - Vista del Cimone dalla Casa della Rosa antica e dalla Casa del Giglio martagone

DSC 9345

Antico Borgo "La Serra" - Vista tra i comignoli del Villino

DSC 9326

Antico Borgo "La Serra" - Vista dall'accesso al borgo,  Casa della Peonia rossa e Casa della Rosa antica

DSC 9260

Antico Borgo "La Serra" - Vila di testa

DSC 9226

Antico Borgo "La Serra" - Villa con laghetto

 

Tra settembre e inizio ottobre al Cimoncino vi è stata una abbondante raccolta di funghi porcini e galletti come capita una volta ogni decennio.


Nel frattempo ci si sta preparando alla prossima stagione invernale. Sono in corso di ultimazione i lavori per importanti attrezzature di servizio alla stazione sciistica come il nuovo Baby Park.

 

Cimoncino vista

Cimoncino - Centro Servizi Baby Park in progetto

  

Fanano, 06 ottobre 2020

 

Articolo e fotografie di: Pietro Bassetto

Video di: Alberto Mecugni