ETICHETTA

 

Alle agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni in vigore da qualche anno, si è aggiunto di recente un utile strumento di cui può avvalersi l’acquirente di abitazioni in ristrutturazione o di recente ristrutturate: il credito d'imposta, di cui dispone l’acquirente e che può essere ceduto all’impresa che ha ristrutturato oppure ad una banca o Assicurazione.
Nel caso del borgo La Serra per le due abitazioni in corso di ristrutturazione (casa della rosa antica e casa del giglio martagone) e per la casa della peonia rossa con ristrutturazione appena terminata gli sconti possono variare dal 18% al 23% rispetto al prezzo di listino + IVA che tradotto in cifre ammontano a € 30.000 - 45.000. Non sono “escamotage” o trucchi perché il prezzo di listino (a cui va aggiunta l’IVA) è pubblico da molto tempo prima che uscisse il Decreto in questione.
Tutto ciò mantenendo invariata l’alta qualità degli alloggi ristrutturati, senza “impoverimenti“ degli impianti e delle finiture (vedi descrizioni già pubblicate).


L’alto gradimento di queste abitazioni ristrutturate è confermato dalle valutazioni degli ospiti che hanno soggiornato per brevi periodi questa estate nella casa della Peonia rossa (in parte visibili su Airbnb):
- Posizione invidiabile e panorama splendido;
- Luogo tranquillo e incontaminato;
- Ottimo punto di partenza per muoversi in libertà tra i boschi ed i prati delle montagne;
- Abitazione dotata di tutti i confort;
- Abitazione pulitissima;
- Valutazione complessiva al top (cinque stelle).


L’anno 2020 che sta per terminare è stato eccezionale per molti versi. Alla prima ondata di Covid 19 i Comuni di Fanano e di Sestola sono stati interessati in misura molto ridotta, si è registrata una lunga estate che si è protratta sino a novembre e le montagne si sono animate di tanti turisti come non si era mai visto. A questa insolita affluenza si è aggiunta un’abbondante raccolta di prodotti locali tipici dell’alta montagna modenese: funghi di varie specie (porcini, galletti, steccherini, finferle, trombette da morto) e frutti locali (fragole, lamponi, mirtilli, ribes, uva spina, mele e pere di tante qualità).
Siamo ora nel mezzo della seconda ondata di Covid 19 che sembra lentamente attenuarsi; è arrivata la neve come di consuetudine a dicembre.
Certamente quest’anno travagliato ha dimostrato che la montagna modenese è un “luogo di villeggiatura” molto attraente per ampie fasce di popolazione.

 

001

 

002

 

003

 

004 

005006

 

007 

Fanano, 5/12/2020